Dente del giudizio incluso nell'osso
storto o inclinato sotto la gengiva
può essere una forma grave di disodontiasi

In circa il 20% delle persone il dente del giudizio non si forma, ma in una uguale percentuale l’eruzione può essere problematica perché il dente assume una posizione non corretta, oppure perché la mancanza di spazio gli impedisce di uscire (disodontiasi).

In questo caso si dice che il dente del giudizio è incluso nell’osso (rimane come imprigionato) o erompe solo parzialmente, risultando coperto in parte dalla gengiva. Secondo la terminologia medica questa condizione viende definita come Disodontiasi.

Questo avviene, per questioni anatomiche, più frequentemente a livello del terzo molare inferiore e può comportare dolore spesso associato alla comparsa di pericoronite (un accumulo di batteri che si forma sotto l’opercolo) o più gravemente di ascessi.

Nei casi in cui si presentano i sintomi tipici delle problematiche al dente del giudizio si ottiene una diagnosi più precisa con un esame radiografico TAC 3D Dentalscan a tre dimensioni in grado di riprodurre ogni particolare anatomico.

Al di là dei sintomi che possono insorgere è sempre opportuna un'osservazione regolare (quella che comunemente chiamiamo prevenzione) a partire dai 18-20 anni di età ed è opportuno che ogni caso venga studiato nel dettaglio insieme al proprio dentista specializzato nell’estrazione del dente del giudizio.

> Prenota una visita senza impegno

Anche solo per informazioni

Il Dente del Giudizio viene trattato solo da Odontoiatri con almeno 10 anni di esperienza 

Fotosearch_k4363384.jpg

 Dente del Giudizio incluso che tocca il nervo
(radici in aderenza al nervo alveolare)

I denti del giudizio inclusi o parzialmente inclusi sono compressi più in basso rispetto agli altri molari, spesso ad un livello tale che le radici toccano o comunque sono in aderenza al canale alveolare, laddove transita l’omonimo nervo.

Tale aderenza può provocare una recrudescenza del dolore in modo particolare quando il dente del giudizio è cariato o comunque infiammato o presenta lesioni apicali.

In questi casi il trattamento indicato è la somministrazione di antibiotici e di analgesici / antinfiammatori fino alla remissione della fase acuta e, solo successivamente, si procede all’estrazione del dente del giudizio.

Controlli accurati da dentisti competenti 

con almeno 10 anni di esperienza in grado di rilevare e correggere anche i quadri clinici più complessi come i denti del giudizio inclusi anche in posizione orizzontale o con radici in aderenza al nervo alveolare 

Con la sicurezza di una TAC Dentalscan

 i nostri centri trattano le disodontiasi ed ogni altro disordine del dente del giudizio avvalendosi dell'apparecchiatura CBCT: un'esame Dentalscan a 3 dimensioni che cattura particolari anatomici utili nei casi di dente del giudizio incluso, storto, orizzontale, evidenziando ogni tipo di  problema e di rischio potenziale

stop dental drill.jpg

 Scopri la tecnica mininvasiva per l'estrazione del dente del giudizio

Clicca qui se vi sono indicazioni chiare per l'estrazione del dente del giudizio. Dental Clinique dispone di moderne tecnologie ad ultrasuoni utilizzate da odontoiatri esperti in grado di eseguire qualunque tipo di intervento SENZA utilizzare il trapano

             100% made in Italy (EU)

I Medici, tutti laureati nelle migliori università italiane, la strumentazione nonché i materiali utilizzati sono fabbricati in Italia o nell'Unione Europea, corredati dei certificati di conformità

 Quando il dente del giudizio incluso danneggia il molare adiacente

E’ davvero opportuna un’osservazione regolare al di là dei sintomi che possono insorgere a livello del dente del giudizio perché possono accadere almeno due situazioni asintomatiche che rischiano di compromettere anche il secondo molare (quello accanto al dente del giudizio), assai prezioso per la masticazione:

1) Rischio infezioni: la formazione di un interstizio tra il dente del giudizio ed il secondo molare dove si depositano i residui di cibo difficili da asportare con la normale igiene orale domiciliare a causa della posizione molto profonda. Questi residui, fermentando, possono dar luogo ad un’infezione e quindi ad una recessione ossea se non anche una carie radicolare, fenomeni che possono interessare anche il secondo molare.

2) Disodontiasi “offensiva”: quando il dente del giudizio nasce molto inclinato e, nel tentativo di uscire, spinge la propria testa (la corona) contro le radici del dente adiacente (il secondo molare), danneggiandole.